Why ??



Qualcuno dice che la ruota gira, qualcun’altro diceva invece ‘gira la ruota’ o ‘compra una vocale’, fatto sta che il mio turno tarda ad arrivare o forse le tre sorelle EFFE ( Fortuna – Felicità – Figa ) quando mi vedono passano avanti.

Non ci sono parole per spiegare i motivi di questo andamento sinusoidale della mia vita, provi a fermarti un attimo e a guardarti allo specchio cercando di trovare risposte ai tuoi perché, ma l’unica cosa che ne ricavi è un ulteriore : perché?

Perché se dai troppo ricevi poco o nulla?

Perché se non dai nulla dicono che sei stronzo e insensibili e pensi solo a quello?

Perché se cerchi di aiutare gli altri dopo, puntualmente, quando capita a te di essere in difficoltà nessuno ti aiuta?

Perché devi sempre sforzarti di capire gli altri, di entrare nelle loro contorte idee e modi di vivere la vita, e nessuno poi cerca di capirti e di conoscere il tuo punto di vista?

Perché trovo persone che non sanno mai cosa, quando e come lo vogliono e solo dopo avermi incontrato capiscono: cosa, quando e come lo vogliono?

Perché man mano che passa il tempo e mi ripeto queste domande una parte di me sta morendo? Ma questo lo so forse, è solo che odio sentire o immaginare la risposta…

– L7h –

Inerme


C’è qualcosa che non torna mai in questo periodo, quando pensi che il peggio sia ormai alle spalle e osservi l’orizzonte con ottimismo * zack * !!

Un sibilo alle spalle, e una lama gelida ti trafigge la dove la ferita è ancora fresca; ti volti per capire chi sia stato, e come mai tale gesto così vile e insensato, ed è li che la ferita peggiora, brucia e perde sangue copiosamente, perché ti accorgi che a farti male è stato qualcuno che ti aveva promesso che non l’avrebbe mai fatto e che ti vuole bene…

Sei inerme in questi attimi, vorresti fermare il mondo e gridare al cielo con tutta la tua rabbia per conoscere i perché di tutto questo, sei indisponente e schivo, fingi il sorriso di circostanza, sfuggi gli sguardi della gente come se fossero frecce avvelenate…

Così succede che: ti svegli la mattina ed accendi la luce del comodino sfiorando il riccio accanto ad essa, scendi dal letto e osservi l’ora sul cellulare della sony ericsson, finito di far colazione e di vestirti prendi il portafogli della Ck, indossi il bracciale azzurro, prendi le chiavi della macchina e l’autoradio della sony, esci di casa ed entrando in macchina incroci lo sguardo con il maialino della trudi appeso allo specchietto retrovisore metti in moto fai retromarcia per uscire dal parcheggio e poi volgi leggermente lo sguardo alla tua destra…

Li ti fermi, e senza proferir parola per qualche secondo immagini risa, smorfie e sguardi che non torneranno…

La giornata è appena cominciata, ma vorresti fosse già finita. Tra presente e passato decidi che forse è meglio che il futuro non giunga.


– L7h –

Come Neve al Sole…


<Succede che cambi lavoro, TI CAMBIANO la vita e a quel punto decidi di cambiare aria e cambi città.

 

Succede che in un giorno di pioggia, vento, tristezza e menefreghismo per quello che ti succede in giro e per le persone che ti circondano sei tornato nel tuo paese.

 

Succede che il giorno dopo, il giorno di Natale, il 25 dicembre del 2005…>

 

Una sera come le altre, immaginavo fosse così, senza nessun motivo di festeggiare e di vedere gente, senza nessuno che è felice che tu sia tornato o che aspettava il tuo ritorno da tempo; una serata da perfetto ‘pesce fuor d’acqua’ tra 60 o 70 persone tutte distratte dal natale, dal giocare e dal dire cazzate in allegria…invece…

 

Succede che incontri qualcuno che cambia i tuoi punti di vista, che cambia le tue aspettative della serata e che forse ti cambia…

 

Una chiacchiera, una birra ed inizia una conversazione. La conversazione diventa un dialogo, il dialogo una conoscenza,una conoscenza un amicizia,un amicizia un…?? – non chiedetemelo perché non lo so ancora io, ma so che sto bene –

 

Come un Raggio di Sole che squarcia le nuvole grigie e che preannuncia la fine del temporale e lo spuntare dell’arcobaleno così questo incontro ha cambiato un po’ questa mia vita, ha ridato linfa a questo corpo svuotato in ogni sua emozione e sentimenti, ha rimosso del gelo depositatosi un po’ qua ed un po’ la ovunque…

 

E come succede per la sfiga, e le brutte notizie che non vengono mai sole ma sempre accompagnate da altre brutte notizie, questo incontro ha portato altre novità, altri momenti di spensieratezza e divertimento come il Capodanno a Roma, le uscite serali da soli nei giorni successivi, le lunghe conversazioni al telefono e le nottate a digitare sms…

 

Ovvio non è sempre tutt’oro ciò che luccica, ed è così che sorgono i primi problemi, le prime incomprensioni e le discussioni, tutto in modo sempre pacato e ragionevole comunque e senza scenate di isterismo alle quali ero ormai solito assistere.

 

Ed è così che ridendo, scherzando e parlando passano i giorni e si arriva al giorno prima della mia partenza…

 

[continua…]

 

– L7h –

Lettera Aperta ad un Amico…


A volte ci sono momenti nella vita in cui un uomo, una persona, deve fermarsi, mettersi davanti lo specchio e guardarsi in faccia; dopo di che deve chiedersi se ciò che fino a quel momento ha fatto va bene per lui, per quello che ha fatto in passato e per quello che vorrà fare in futuro.

 

In questo modo si troverà davanti a mille perché e paure, che attanagliano la vita quotidiana di tutti i nostri giorni, ma al tempo stesso avrà trovato il coraggio di prendere una decisione, una decisione implica sempre un cambiamento, positivo o negativo lo sapremo solo dopo, col tempo, quando ritorneremo di nuovo davanti al nostro specchio a specchiarci…

 

E pensare che quando quel primo giorno avevo squadrato un po’ tutte le persone presenti al corso, a primo acchito, l’avevo catalogato come il classico milanese fighetto con i capelli dritti alla Ivan Drago e la puzza sotto il naso; ma è bastato poco per ricredersi ed esser felice per aver sbagliato impressione almeno per una volta.

 

Amico…caro William…ti ringrazio per le parole che ci ha dedicato nella tua email di saluti e al contrario di qualcuno che magari ti ha dato del coglione per la scelta fatta, magari un po’ fuori tempo diciamocelo potevi farla un po’ prima, ti auguro con tutto il cuore di aver ripreso la tua vera strada e di percorrerla in modo spedito sino alla meta e alla tranquillità che tutti noi cerchiamo.

 

Per qualsiasi cosa ricordati io sono qui, quando e come vorrai.

 

Un abbraccio, Anto.

 

– L7h –

Goodbye


Cerco questa canzone su web da poter mettere come sottofondo del mio blog, per chi riuscisse a trovare un sito o server che l’ha messa in streaming o in download free mi lasciasse gentilmente un commento…ciao….
 
 
Goodbye – The Corrs (Borrowed Heaven)
 
I never thought one day you’d be gone,
away forever more
No one can say, no one could explain
why you were taken
Oh where are you now?
Could I get there somehow?

It’s time to say goodbye
Block out the sun and pack up the sky
Don’t let my tears start to make you cry
Each time I try to say my goodbye
Try to stop asking why

Tell me it’s true, tell me there is something more
Another time for love
One day I’ll know, one day I’ll be there
Will you be waiting?

Oh where are you now?
Could I get there somehow?

It’s time to say goodbye
Block out the sun and pack up the sky
Don’t let my tears start to make you cry
Each time I try to say my goodbye
Try to stop asking why
Try to stop asking why…yeah…

Where are you now?
Could I get there somehow?

It’s time to say goodbye
Block out the sun and pack up the sky
Don’t let my tears start to make you cry
Each time I try to say my goodbye
Try to stop asking why, why
Try to say my goodbye

 
– L7h –

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: