CAMPIONI D’EUROPA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


 
<SIAMO NOI, SIAMO NOI, I CAMPIONI DELL’EUROPA SIAMO NOIIIIII !!! >
QUESTA MUSICA SI SENTIVA IN TUTTA MILANO, E FORSE IN TUTTA ITALIA ED IN QUEL DI ATENE, ALLE 22.30 DI MERCOLEDì 23 MAGGIO 2007 QUANDO L’ARBITRO PFANDEL DECRETò COL SUO TRIPLICE FISCHIO LA FINE DELLA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE 2007 TRA MILAN vs LIVERPOOL !!!!
 
UNA GIOIA IMMENSA, IL MIO PRIMO ANNO A MILANO E FESTEGGIO IN DUOMO LA VITTORIA DELLA CHAMPIONS !!! VEDERE LA PARTITA AL MAXI SCHERMO, IL CLIMA DELLA SERATA E IL DOPO SERATA…AVEVO GIà FESTEGGIATO ALTRE VITTORIE DI CHAMPIONS, MA QUESTA HA TUTTO UN ALTRO SAPORE, PERCHè è FESTEGGIATA A MILANO, LA CITTà DEL MILAN, DOVE HA SEDE IL MILAN E DOVE IL TIFO NON è QUELLO DI QUALSIASI ALTRO PAESE, COME PER ESEMPIO BISCEGLIE, DOVE IL FESTEGGIAMENTO è DATO DA QUALCHE AUTO CHE STROMBAZZA !!!!
QUI UN INTERA CITTà ERA IN DELIRIO…PAZZESCO!
 
PER NON PARLARE DEL GIORNO DOPO, UN EMOZIONE INDESCRIVIBILE VEDERE I MIEI ‘IDOLI’ DA VICINO SU QUEL PULMAN CHE GIRAVA PER LE STRADE DI MILANO E CHE COME CAPOLINEA AVEVA IL DUOMO. LA SI SONO FERMATI, E LA CON LORO ABBIAMO CANTATO DI TUTTO, QUALSIASI CORO…QUALSIASI SFOTTO’…CON : MALDINI, AMBROSINI, KAKà, GATTUSO, ANCELOTTI, KALAZE, SEEDORF, INZAGHI, DIDA, NESTA, ODDO, BROCCHI, STORARI, KALAC, VECCHI, PIRLO, JANKULOSKY, CAFù, RONALDO, OLIVEIRA, BORRIELLO, COSTACURTA, TASSOTTI….E TUTTI GLI ALTRI…
 
VEDERLI DAL VIVO E GIOIRE CON LORO, E VEDERE DAL VIVO LA COPPA !!! E’ DAVVERO BELLA, ENORME, SCINTILLANTE….MAESTOSA !!! GRAZIE PER QUESTE EMOZIONI CHE SOLO VOI POTETE REGALARCI…UN GRAZIE IN PARTICOLARE AL NOSTRO SUPER PIPPOOOOOO !!!
 
< METTILO, METTILO…METTILO NEL CULO…LO SCUDETTO METTILO NEL CULO !!! > CIAO CUGINI !!!! AHAHAHAHAH
 
 
PICCININI / PELLEGATTI :
 
 
 
GIALAPPA’S :
 
 

Io…


Io che ascolto ma non sento,
Io che osservo ma non guardo,
Io che corro ma son fermo,

Io che penso a domani ma non curo il presente,
IO che sfoglio il passato come un album di foto sfuocate,
Io che afferro ma ho sempre le mani vuote,

Io che chiudo gli occhi per vedere,
Io che mi tappo le orecchie per sentire,
Io che lotto con me stesso ma perdo sempre,

Io che mi illudo di essermi ‘realizzato’ per non osservare quel vuoto,
Io che tutto questo l’ho pensato sulla metro…

Sono felice…


 
Si può essere felici con poco a volte, anche senza dover sperare cose strabilianti, momenti indimenticabili e le mille e una notte sotto le coperte. Sono felice perchè qualcuno a cui tengo è felice, era raggiante quando l’ho ‘sentito’ in msn, qualcuno mi chiederà come faccio a percepire da cosa uno scrive, ma posso confermarlo perchè conosco questa persona da troppo tempo….non per nulla credo sia uno dei pochi amici cari che ho….
 
Era contento di raccontarmi che giù gli hanno fatto la festa, si a distanza di giorni dal suo compleanno ma gli hanno fatto una bellissima festa a sorpresa. La sua ragazza ha organizzato tutto con gli amici che hanno in comune, i suoi e quelli di lui…era convinto di andare ad una festa di laurea…invece era lui il festeggiato…tutto perfetto : atmosfera, gruppo rock live, il DJ…e gli amici, c’erano tutti ha detto….tranne te….grazie lo stesso, mi è bastato sentire questo 🙂
 
Sono felice perchè dopo un periodo difficile è ritornato il sole per lui, la sua ragazza ha dannato e disperato per riaverlo e ce l’ha fatta, e gli ha regalato una bella festa…E’ bello fare sorprese, ma è sempre molto bello riceverne, vedere quello sguardo che si illumina tra stupore e felicità…la gioia di un abbraccio e di un grazie di cuore ripagano piu’ di qualsiasi altro regalo…
 
E’ bello essere felici…ciao dodo !…..E a me la festa a sorpresa chi me la fa ? ….

Corsi e ricorsi….


 
Come va’? Tutto bene? Ormai bisogna chiederselo da soli, ‘tempi bastardi’ come direbbe un comico. E’ un po’ che non scrivevo qualcosa, a parte copia e incolla di poesie, o pensieri mal riusciti che potrebbero sembrare brutte copie delle prime…anche se qualcuno apprezza come scrivo…
 
Nel mezzo sono successe un po’ di cose: ho fatto 7 mesi a Milano, ho conosciuto un po’ di gente, e tanto per cambiare ne ho persa qualcuna per strada, ho fatto vari viaggi a Pisa, ho concluso il ‘non c’è due senza tre’ della mia auto, credo che andrò a Lourdes, ed oggi ho avuto il mio primo giorno ufficiale di lavoro in giacca e cravatta dal cliente….il battesimo è avvenuto! Ora sono consulente SAP 2.0, si aspetta x la nuova versione ehehe…
 
Siamo a poche ore dalla finale di Atene, siamo quasi arrivati, nel fra tempo un saluto ad un campione che lascia il calcio giocato e con cui ‘son nato’ seguendo il Milan : Grazie Billy per tutto quello che ci hai dato e fatto provare !
 
Il 29 e 30 Maggio a Milano si esibisce L.Einaudi con il suo TOUR al Piccolo Teatro ma non ho con chi andare per cui credo che salterà… 😥 …mentre il 16 luglio a Verona ci sono i MUSE, la credo che andro’ e spero sia una grande atmosfera all’Arena di Verona…
 
Che altro dire? Ma a volte è meglio il ‘silenzio’ e ascoltare le ‘onde’ di questo silenzio… prima o poi qualcosa accadrà, ora forse è meglio ritornare a distendersi, sempre la sempre soli, su quel bel prato notturno e illuminato dalla luna….a vedere le stelle…qualcuna si accorgerà prima o poi…

Friends…


E’ bella guardarla, come osservi un fiore.
Allo stesso tempo esso vive un paradosso,
non ho importanza cosa lo circonda,
ma ha importanza il contesto in cui si mostra.
 
Che il fiore sia grande o piccolo è indifferente,
non si misura dalla sua età o altezza il profumo che emana,
la bellezza che esprime ai nostri occhi.
 
Come l’Amicizia che non ha età e non ha misure,
ma che vive costantemente di sole e pioggia,
che emana il suo profumo migliore e più intenso quando ce n’è bisogno.
 
Così siamo noi che abbiamo intrapreso questo viaggio,
che ha un inizio,e si spera mai una fine.
 
#######################################################################
 
Dedicata a tutti i miei amici, o chi si sente tale…..in particolare a chi mi avevo chiesto di scrivere qualcosa per lei 😉 …

“Mi piaci silenziosa, perchè sei come assente”


 

Mi piaci silenziosa, perché sei come assente
mi senti da lontano e la mia voce non ti tocca.
Par quasi che i tuoi occhi siano volati via
ed è come se un bacio ti chiudesse la bocca.

Tutte le cose sono colme della mia anima
e tu da loro emergi, colma d’anima mia.
Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima
ed assomigli alla parola malinconia.

Mi piaci silenziosa, quando sembri distante.
E sembri lamentarti, tubante farfalla.
E mi senti da lontano e la mia voce non ti arriva:
lascia che il tuo silenzio sia il mio silenzio stesso.

Lascia che il tuo silenzio sia anche il mio parlarti,
lucido come fiamma, semplice come anello.
Tu sei come la notte, taciturna e stellata.
Di stella è il tuo silenzio, così lontano e semplice.

Mi piaci silenziosa perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Basta allora un sorriso, una parola basta.
E sono lieto, lieto che questo non sia vero.

Pablo NERUDA

Com’è dolce questo silenzio…


 
Mai silenzio fu più dolce,
mai parole furon più appropriate,
di questo respirar soave,
io parlo e tu ascolti,
io scrivo e tu leggi,
io sorrido e tu pensi,
io son qui con il corpo,
ma accanto a te con la mente.
 
Nel silenzio supportero’ il tuo dolore,
nel silenzio ti staro’ accanto anche se distante,
nel silenzio scopriro’ la quiete dopo tanto vociferare,
nel silenzio imparero’ ad aspettare.
 
Nulla serve, nessun gesto,
qualsiasi cosa è stata fatta,
la mia presenza ora è di troppo,
nel silenzio attenderò il tuo sorriso.
 
Quel sorriso ora spento e coperto dal pianto
di chi nulla può contro questo destino affranto,
nel silenzio sussura il mio nome
e come per incanto apparirò in silenzio.
 
A.S.

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: