Sparita.


Cullati dal tempo, che fa il suo corso senza voltarsi, sono trascorsi i giorni

Nulla definisce quel giorno,
nulla suggerisce questo giorno…oggi…

Come specchi che riflettono la stessa immagine
oggi guardando indietro vedo solo me in questi

Sei sparita,
sei morta,
e l’hai fatto con le tue mani…

Il tuo egoismo ha sconfitto finalmente la mia stupidagine,
le tue parole, pesanti come massi, hanno soprafatto te stessa…

Nessun ricordo bussa in questo giorno,
nessun lamento scuote questo corpo,
che ha vissuto per anni questa data

Sei svanita, ma per tua colpa. 

Folate di vento…


"Sunrise, Sunrise.."…questo ritornello vagante nel dedalo dei miei peniseri e che ogni tanto prende voce in modo spontaneo, senza che me ne renda conto, un deisderio inconscio
di ‘sole’, un desiderio inconoscio di ‘calore’…
 
Nel vortice dei pensieri passa un vortice contenuto in un frammento di memoria fresca, polvere
che s’innalza lungo la via, mentre silenziosi e freddi scorrono i pensieri…in cerca di sguardi e sorrisi dimenticati e spensierati…
 
Scorre la folla di ‘gente rossa’ lungo le vie diramate e tortuose dell’essere, un ritmo lento e
distante e poi veloce e rumoroso, il silenzio amplifica il passare della ‘gente’, il parlare
occulta il suo passaggio…
 
Altro rosso, ma calmo e freddo, magari non piacevole…sopratutto addosso, suggella, o prova a
farlo, il ritrovarsi e il confrontarsi per chiarirsi…distratti e distanti, come credo naturale sia…
 
Ognugno tiene la sua corda senza tirare, il centro è distante, gli estremi sono estremi, il tempo muoverà questa corda forse e il "gelo" di quel turbine serale, di foglie e aghi di pino, diventerà brezza leggera e tiepida…
 
Finchè il sole non riscalderà questa ‘folla’ ondeggiante ma calma, forse troppo, ma non stanca, forse assopita ma non morta, che trova piacere nel sapere di non essere solo liquida ma anche sostanza, e che per qualcuno conta a tal punto di voltarsi indietro…
 
Effimeri pensieri, che non salvano colui che rimane la imprigionato a scorrere visioni e fotogrammi di passione, occhi che in silenzio si parlano, mani che scorrono e labbra che…,quel "piccolo pezzo di passione" rinchiuso la nella sua prigione di cristallo e adamantio che non ascolta la ragione ma osserva quei fotogrammi scorrere senza fine…Un male minore, rispetto alla ragione…rispetto alla realtà…..un piacere rivedersi e incrociare gli sguardi….
 
"Sunrise…sunrise….Looks like mornin’ in your eyes"….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: