Addio Michela …


Michela

Lei al centro era Michela, questa foto non le rende giustizia ma almeno rende viva in me la sua immagine, la ricorderò sempre così solare e bella, e magari appena potrò metterò una sua bella foto, ringrazio il proprietario di questo blog che ha messo questa foto … che io ho ‘preso in prestito’ … Michela

È pomeriggio inoltrato quando accendo il pc e mi connetto al mondo dopo un’altra lunga notte, sono rientrato alle 6. Come sempre, da quando mi sveglio, ho sempre poca voglia di parlare, di interagire, di ascoltare la gente attorno o, peggio ancora, mangiare con il palato ancora assonnato.

Ricordo. Nonostante tutto questo intontimento mi ricordo di te. Alta, occhioni azzurri, capelli lunghi ricci e biondi, un sorriso solare che ti metteva allegria. Abbiamo passato poco tempo assieme in facoltà o nelle tante ore di cazzeggio in giro per il Campus di Bari, ma un piccolo ricordo e spazio te lo devo.

Ricordo che avevamo gli stessi sogni, lo stesso percorso di studio e le stesse ambizioni. Ricordo che ti sei laureata quest’anno nella specialistica, che hai trovato il primo impiego. E che con il primo stipendio hai deciso di fare la tua prima vacanza finalmente. Te l’eri meritata.

Peccato il Destino non abbia gratitudine. Non osserva il tuo passato e cosa hai fatto di buono per meritare quello che hai. Non da un attimo di pace, e ti coglie impreparata come è successo a te. Mentre eri in quella Jeep ed esploravi la Tunisia assieme al tuo fidanzato. Un gomma decide che è il momento di cedere, lo scoppio, il mezzo pesante sbanda e poi si ribalta su se stesso quattro volte.

Dicono che tu abbia lasciato la Tunisia senza dolore, sul colpo. Ma quanto dolore hai lasciato in eredità ai tuoi cari non lo sai, no questo ora non lo sai, o forse lo vedi da lassù. Su i giornali dicono che tuo padre non sapesse del tuo viaggio, se così fosse non riesco neanche ad immaginare il suo stupore ed il suo dolore.

Era un giorno come un altro oggi. Ma dopo aver appreso che quella Michela Salvatore, di 27 anni, laureata in Informatica alla Facoltà di Bari, di Ischitella in provincia di Foggia, fosse la ‘nostra’ Michela; che in quel caldo e sfigato giorno di agosto, 08 agosto 2008, in Tunisia a Tozeur, qualcuno lassù abbia fatto il tuo nome rende questo giorno un bruttissimo giorno. Un giorno diverso dagli altri, un giorno dove poter esser solo tristi ricordando il tuo fantastico sorriso e la tua solarità.

Spero presto di recuperare una tua foto e metterla qui nel mio blog, per mostrare a tutti quanto fossi bella e gioviale.

Addio Michela.

Fonti delle notizie sull’incidente :

REPUBBLICA.IT 01
REPUBBLICA.IT 02
REPUBBLICA.IT 03
REPUBBLICA.IT 04
TELERADIOERRE.IT
TISCALI.IT
ILGIORNALE.IT
RAINEWS24.IT
LIBERO.IT
ANSA.IT

Annunci

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. francesco annalisa e Andrea
    Giu 13, 2014 @ 10:30:44

    Comw vedi non ti dimenticheremo mai! Affidare queste parile alka rete ci fa credere di parlar con te e forse un po’ vero lo ė. Un abbraccio infinio

    Rispondi

  2. FRANCONE
    Gen 03, 2014 @ 19:51:30

    Ciao Michele un abbraccio forte. Ti voglio bene principessa.

    Rispondi

  3. Francesco Annalisa e Andrea
    Ott 17, 2013 @ 19:39:54

    Siamo venuti a trovarti questa estate ad Ischitella! Ci avevi sempre detto di quanto fosse bella e devo darti ragione. Abbiamo capito come mai tu abbia imparato ad andare in bicicletta a20 anni, sono tutte salite!!!, Siamo venuti col nostro bimbo Andrea, avresti mai creduto che avremmo messo la testa a posto? E invece si. Abbiamo ricordato le tante serate con Rosanna ed Annalisa ,anche se erano un po’ confuse. Abbiamo ricordato la vita e il sole che ci davi ed anche se probabilmente non te l’ abbiamo mai detto, abbiamo ricordato quanto ti volevamo bene! Scusa se abbiamo pianto, ma era inevitabile. Un immenso bacio da noi tutti, ci sarai sempre, nei nostri cuori e nelle nostre preghiere

    Rispondi

  4. maria laura
    Nov 03, 2011 @ 21:23:37

    grazie a tutti quelli che come me non possono dimenticarla….
    io non riesco a parlare di lei ma mi piace molto continuare a conoscerla tromite i vostri ricordi…
    sua sorella

    Rispondi

  5. Ena
    Giu 11, 2011 @ 10:23:56

    Ho conosciuto Michela appena sbarcò a bologna,perchè andò a vivere in casa con la mia piu grande amica.Amica che appena le diede la conferma per la camera mi telefonò e mi disse :DEVI ASSOLUTAMENTE CONOSCERE LA MIA NUOVA COINQUILINA PUGLIESE,SI CHIAMA MICHELA E GIA TI POSSO DIRE CHE E’ UNA PERSONA SPECIALE”.Tempo pochi giorni e ci siamo ritrovate nel turbine di questo uragano di buonuomore,simpatia,onestà,bellezza che era ed è ancora per noi Michela.Abbiamo avuto pochissimo tempo per stare insieme,ma è entrata nel nostro cuore e penso ci rimarrà fino a che la memoria reggerà.Abbiamo tra le altre cose avuto modo di conoscere i suoi amici di bari,e i suoi colleghi di lavoro,le sue passioni i suoi desideri ed i suoi sogni,era davvero una mina michela,non si fermava davanti a niente,quindi la sua perdita è estremamente dolorosa..però,però.. proprio perchè michela non si lasciava abbattere da niente ci vorrebbe vedere felici per lei,che è li in pace.. a guardarci con suo sorrisone a diecimila denti .Ciao a tutti,ciao michè.
    Ena.

    Rispondi

  6. Giovanna
    Mar 21, 2011 @ 01:08:26

    Michela, io me ne sono stata in un angolino in silenzio. Fra lacrime e rabbia, sono ancora qui a ricordare il suono della tua dolce voce. Ricordo quando mi parlavi di Dio e del tuo amore infinito per Lui. Sono certa che ora sei il suo angelo più bello.
    Mi manchi da morire.
    G.C.

    Rispondi

  7. Venusia
    Gen 19, 2011 @ 02:18:28

    Come una stupida,anch’io ho scritto il tuo nome su google.Quasi volessi cercarti ancora e trovarti.Non ho cancellato nemmeno il tuo numero dalla rubrica del cellulare,mickywind… non riesco ad eliminarlo.
    Ti sogno tantissime volte ed io lo so che lo fai apposta,lo so che vuoi solo svegliarmi per farmi un dispetto.Ricordo quella sera a piazza ferrarese a ballare la pizzica e a correre tra la folla…tu correvi da una parte come le pazze ed io a venirti dietro per non perderti.Poi eccoti seduta a terra a mò di indiana.”Ma che cavolo sta a fare?”mi chiesi.Neanche finisco di chiedermelo che vedo tre ragazze di fronte a te che ti guardavano stupefatte,le classiche tre brave ragazze imbarazzate quasi scandalizzate da quella matta seduta per terra.Ed eccoti ad un tratto in azione:”BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOMMMMMMM!!!!”.
    urlasti.
    Ricordo ancora quel salto sincronizzato di spavento di quelle tre.uahuahauhauauhauhau che risate!!!!!!!!!
    Io ti immagino vagare danzando sul mondo a piedi nudi.Ti immagino più pazza di prima.Ti immagino cucinare ancora quelle cose strane che a tutti i costi mi volevi rifilare come commestibili.Ti immagino VIVA più di prima.Perchè le Anime sono immortali.Quindi come quel giorno in pullman ritornando da Roma tu dicesti:”La PERONIIIIIII!”come il clandestino sulla nave urla”AMERICA!”…io urlo a te:BEDDHRAAAAAAAAAAAA NON MI FREGHI!!!!!!IO LO SO CHE CI SEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!

    Rispondi

  8. Carmelo
    Ott 08, 2009 @ 20:31:58

    Mi chiedo se sia normale. Adesso, poco fa, ho digitato "Michela Salvatore" in Google. Ho trovato questo blog. A distanza di un anno. Il fatto è che dimenticarti è impossibile. Qualche giorno fa ho pianto ancora per te. Per amarti, non bastava il mio corpo, la mia mente, o il mio cuore fatti di carne. Per amarti completamente avrei dovuto disporre dell’infinito. Ti amo per mezzo delle mie lacrime inadeguate. Ti amo con la sincerità dei miei attimi di tristezza grigia. Ti amo perchè ti scrivo, ti penso ancora. Ti amo perchè non posso che amarti, perchè è come se fossi qui, mentre ascolti blues e mi illumini con un sorriso. Michela la sorridente, la comprensiva. La grande anima.

    Rispondi

  9. Vanessa
    Ago 28, 2008 @ 08:39:10

    Lei era una delle mie migliori amiche al mondo, un´amicizia lunghissima (21 anni) dalla prima elementare, Michela é la ragazza piú straordinaria che avessi mai avuto, é unica, Michela resterai sempre nel mio CUORE !!!!!
    MICHELA sei il mio ANGELO !!!!!!!!!

    Rispondi

  10. Marco
    Ago 20, 2008 @ 16:09:04

    Io la conoscevo solo di vista, in dipartimento la vedevo quasi sempre in sala lettura, mi dispiace molto per l’accaduto, il suo sorriso, ora, lo possono ammirare anche gli angeli.

    Rispondi

  11. Federica
    Ago 15, 2008 @ 12:26:34

    Ho saputo dell’incidente quasi per caso.. ero in vacanza in austria e per la prima volta dopo quasi 6 giorni avevo deciso di comprare la Repubblica, giusto per avere qualche notizia di casa in quel mondo tedesco. L’avevo comprata ma non ancora aperta quando un messaggio ha raffreddato ulteriormente l’aria "… La nostra Michela di Ischitella non c’è più…". Ho pensato ad uno scherzo, ma le parole che accompagnavano quella frase erano tristi e vere. Poi la conferma sul giornale; Lei non è più con noi, e non riesco ancora a credere che non rivedrò mai più spuntare su MSN il "moto perpetuo.." Addio Michela ricorderò per sempre il tuo sorriso e la tua gioia di vivereFederica

    Rispondi

  12. Ignazio
    Ago 15, 2008 @ 07:57:27

    Michela amava anche la musica, ascoltarla, suonarla… mi raccontava che stava imparando a suonare la tromba, si esercitava in un parco a Bologna nell’intervallo per il pranzo…Il suo nick su MSN era "Moto perpetuo"… azzeccato no?I.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: