A Sunbeam in this quite Dark …


SUN027

London calling 2 … x_x


Quattro di pomeriggio, ufficio. Suona il telefono, osservo il display 44149477****. Ma, chissà chi sarà? … domanda retorica …

Mr A: Pronto ?

Mr X: Hi, Antonello ?

Mr A: Yes, I am!

Mr X : Well, how are you? I’m Mr X from Y …

Mr A : * alcuni secondi di pausa per passare dalla mia stanza alla sala riunione, non potendo parlare in inglese vicino al mio capo che lo sa benissimo e capisce se parlo di lavoro … * I’m fine today, and you?

Mr X: I’m fine too, thanks. Now, are you looking for a job in London?

Mr A: Yes, I’m looking for a job in London …

Mr X: Good, but you need a contract o permanent job?

Mr A: I’m looking for a permanent job, I don’t want come in Uk only for six months, it’s not for me …

Mr X: * ora la comunicazione subisce dei fruscii di sottofondo e non si capisce molto, poi il tizio parlava veloce e non capivo già un cazzo prima, mica sono madre lingua, altrimenti non cercherei lavoro a Londra per migliorare il mio inglese … * But you ###### frrrrr frrrrr ##### on market ##### frrrrr #### ???

Mr A: ????? ehm … uhmm … Sorry, I don’t have understand could you repeat pelase?

Mr X: Ok … Now, you need ####### frrrr ###### frrrr ####### frrrrr … on Uk market ???

Mr A: * ma che cazzo ha detto dannato fruscio e ora? … * Sorry but I get noise in this conversation and I don’t understand what you try to say … * manco il tempo di chiedere di ripetere lentamente … *

Mr X: Ok, ok … bye bye .. cheers … * e mette giù *

 

Mah ??? O_o … permalosini questi inglesi … ma fuck off !!! -_______-“

La curiosità di un bambino ….


Poggiato sul bordo di una recinzione osserva in lontananza dei ragazzini giocare sull’erba. Sono tutti piccoli, bassi e fragili, avranno massimo 7 anni, e corrono tutti dietro quell’enorme, per loro, palla a chiazze bianche e nere senza criterio. L’allenatore, non lo invidio, prova a sgolarsi ma senza successo, per loro il pallone è più importante di una posizione, di un ruolo, di una sovrapposizione o un passaggio di prima.

Spensierati. Come vorrebbe esserlo chi li osserva da lontano. Un sorriso ogni tanto e gli occhi luminosi di chi rivede in loro il suo passato. E quanti scivoloni, papere dei portieri, tiri in cui la palla al massimo fa un metro di terreno. Ma loro corrono, e corrono, e ridono. E poi si sfottono. Si, perché sono tanti piccoli puntini colorati in lontananza, ognuno con la sua maglietta della squadra del cuore o del suo campione.

L’allenamento è terminato, l’allenatore richiama i pulcini e fa metter loro i palloni nella sacca; poi tutti di corsa sotto la doccia. Intanto lui osserva questi scriccioli che gli sfrecciano di lato e corrono verso mamme, nonni o papà per tornare a casa. Mentre è voltato sente una voce alle sue spalle:

  E tu dove giochi?

Io? Qui …

  * curioso il ragazzino osserva dal basso verso l’alto * E a che ora giochi?

   Alle 20 …

   Ahhh giochi in prima squadra …

   Ci provo … * e sorride al ragazzino e lo osserva un po’ : completino della Juventus, maglia di Del Piero e calzoncini che sono quasi un pigiama *

  E di che anno sei?

  A beh, troppi … vuoi saperlo?

  Si si .. * e scuote la testa *

  Del ’78 … tanti eh? * sorrisino *

  * Lui pensa al suo anno di nascita, osserva le sue dita e inizia a contare … si è fermato a dieci e non riesce ad andare avanti … * Ehm …

  Serve aiuto?

  Si, quanti anni hai allora ? * ride e si vede lo spacco in mezzo ai denti dato dalla mancanza dei due incisivi superiori *

  Ehehehe … 29 ! !

  * mi porge la manina * Io mi chiamo Nicolas e faccio la punta …

  * porge la sua * Io mi chiamo Anto e per ora mi alleno … ma siamo simili, diciamo … * sorride *

   Di che squadra sei te ? * mi osserva con fare sospetto, inarcando il sopracciglio e mettendo le mani conserte *

   Di una migliore della tua … * sorride *

   Seeeeeeeeeeeeee …. Dell’Inter ?

   Naaaaaaa , io odio gli interisti, ma purtroppo siamo cugini … * gli fa un occhiolino *

   Allora …. * intanto una voce da lontano : Nicolaaaaasssss !!! Dai su che devi fare i compiti ancora … vieni ! * ah … io devo andare, ciao Anto !!

   Ciao bello … * una carezza sulla testa e lo vede andar via *

La curiosità di un bambino, che cosa bella. Lui pensa osservando il campo ormai vuoto, mentre le luci del sole si spengono e si accendono i fari, le zanzare beccano forte anche su i calzettoni lunghi e la squadra si ricompatta. ‘ Avanti a fare riscaldamento … ‘, urla una voce dal centro del campo. E si ricomincia, con un sorriso sul viso, e con una curiosità come quel bambino.

Coldplay – Strawberry Swing


 
 
They were sitting
They were sitting in the strawberry swing
Every moment was so precious

They were sitting
They were talking in the strawberry swing
Everybody was for fighting
Wouldn’t wanna waste a thing

Cold, cold water
Bring me round
Now my feet won’t touch the ground
Cold, cold water
What ya say?
It’s such
It’s such a perfect day
It’s such a perfect day

I remember
We were walking up to strawberry swing
I can’t wait ‘til the morning
Wouldn’t wanna change a thing

People leaving all the time
Inside a perfectly straight line
Don’t you wanna curve away
It’s such
It’s such a perfect day
It’s such a perfect day

Now the sky could be blue
I don’t mind
Without you it’s a waste of time

 
 
 
 
If you are sad , if you are bored, if you feel strange but not good … Listen this song, maybe a smile can help you to keep from inside an happy memory of the pass time … I had try, it’s all rights … Enjoy !

Editors – Bones


 

How can you always be late for your arrival?
You know I’d forgive you every single time
 
Retreat, retreat
I’ve fallen at the low tide
Oh retreat, retreat
And meet me by the quayside

In the end all you can hope for
Is the love you felt to equal the pain you’ve gone through

Are your eyes showing off for mine
Your face in my hands is everything good I need

The system’s put in place, put there to protect us
For you I’d throw a lifeline every time

Oh Retreat, retreat
I’ve fallen at the low tide
Now retreat, retreat
And meet me by the quayside

In the end all you can hope for
Is the love you felt to equal the pain you’ve gone through

Are your eyes showing off for mine
Your face in my hands is everything good I need

Bones, starved of flesh
Surround your aching heart
Full of love

Oh bones, starved of flesh
Surround your aching heart
Full of love

Bones, starved of flesh
Surround your aching heart

Bones

Oh bones

I watch as your eyes show off for mine
I watch as your eyes show off
I watch as your eyes show off for mine
I watch as your eyes show off

Negramaro – L’immenso …. e grazie …


In questi giorni così lunghi, con pensieri più lunghi dei respiri e dei sogni, mentre ero presente con il corpo ma con la mente altrove, ora che tutto sembra essere tornato alla normalità voglio ringraziare chi mi è stato vicino, chi mi ha domandato, chi si è preoccupato, chi mi ha tranquillizato e rassicurato … tutti nessuno escluso … anche te, che magari potevi far finta di nulla …Grazie !
 
Ciao Mamma, un abbraccio …
 
 
 
Adesso c’è che mi sembra strano parlarti
Mentre ti tengo la mano e penso a te
Che mi riesci a guardare senza occhi e lacrime amare…

Se potessi far tornare indietro il mondo
Farei tornare poi senz’altro te
Per un attimo di eterno e di profondo
In cui tutto sembra, sembra niente è
E niente c’è…

Adesso c’è che mi sembra inutile non capirti ancora…
Se potessi far tornare indietro il mondo
Farei tornare poi senz’altro te
Per un attimo di eterno e di profondo
In cui tutto sembra, sembra niente c’è
Tenersi stretto, stretto in tasca il mondo
Per poi ridarlo un giorno solo a te
A te che non sei parte dell’immenso
Ma l’immenso che fa parte solo di te
Solo di te…

E tu, tu ti digrigni i tuoi denti mi lasci parlare non hai più paure
Digringni i tuoi denti mi lasci guardare non hai più paura amore!

Se potessi far tornare indietro il mondo
Farei tornare poi senz’altro te
Per un attimo di eterno e di profondo
In cui tutto sembra, sembra niente c’è
Tenersi stretto, stretto in tasca il mondo
Per poi ridarlo un giorno forse a te
A te che non sei parte dell’immenso
Ma l’immenso che fa parte solo di te!
Solo di te…

E tu, tu digringni i tuoi denti mi lasci parlare non hai più paure
Digringni i tuoi denti mi lasci guardare non hai più paura amore!

The Coldest Think


 
2126521028_a5c2700472
 
How cold is this field now without the Sun ??
This flower will die
Under the wind of the winter
Under the unspoken words
Under our pride, that never will die.

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: