Haiku : il mio primo concorso …


Finalmente ho preso coraggio, anche invogliato da un invito di un amico, e mi sono lanciato nella mischia dei concorsi per aspiranti ‘creativi della parola’ ( chiamarmi poeta o scrittore sembrava una bestemmia ).

Ed è così che prendo parte al primo PREMIO NAZIONALE DI HAIKU : “La voce della natura rivela ciò che penso” bandito dall’Associazione Nazionale delle Pratiche Filosofiche, il cui sito è : http://www.confilosofare.com/ .

Le ‘regole’ del gioco erano semplici, per accedere al concorso bisognava presentare da un minimo di 3 ad un massimo di 10 haiku incentrati sulla natura e sulle sensazioni che il ‘poeta’ provava o percepiva riflettendo su di essa. Dato che il bando è scaduto il 10 Marzo ed il mio lavoro ormai è nelle mani dei giurati … pubblico ciò che ho prodotto, buona lettura.

TRAMONTO ( non inedito )
Arancio scuro,
cola su di Azzurro,
è Blu stellato.

PIOGGIA ( inedito )
Lacrime nere,
cadono silenziose,
grigia Milano.

AURORA BOREALE ( inedito )
Tenda velata,
pazzia di colori,
copri la notte.

LA FORZA DELLA NATURA ( inedito )
Prima una città,
ora solo silenzio,
fu Uragano.

SAVANA ( inedito )
In mimetismo,
fruscii misteriosi,
prede attente.

ECLISSI ( inedito )
E’ un amore,
che è luci e ombre,
impossibile.

FULMINI ( inedito )
Buio, poi luce,
ataviche paure,
diramazioni.

Il 26 Aprile, a Certaldo ( Fi ), si terrà la premiazione … chissà …

[ MatrioSka ] Non voglio più …


 

 

Beh, qualcuno potrebbe dire che abbia preso una botta in testa e che non è musica ‘da me’ o ‘per me’, ma spesso le apparenze ingannano 🙂 !!! Ascolto anche lo SKA, anche se non è tra i cd della mia auto, o nella musica del mio LastFm; questa canzone l’adoro, ed è un pò di giorni che mi è nella testa … chissà perchè =P …

Buon ascolto …

Testo : Non voglio più

Tu da un’ora stai con me
e già mi dici che mi porterai da te
lei l’amica che non hai
che si fa i fatti miei
che si facesse i suoi
Lui che non ce la fa più
che chiama e mette giù
e poi ci beve su
io ti chiedo dove sei
vediamoci se vuoi
Passa da me che son da sola questa sera
non pensare di non combinare niente
passa da me che son da sola questa sera
non ci sono scuse ne hai già dette tante
io pensavo a una storia fantastica
io non voglio una notte di plastica
che sicuramente finirà
Io non posso più cambiare idea, non voglio più scappare via
svegliarmi nella notte per tornare a casa mia
guardare su nel cielo se c’è ancora un po’ di blu
e continuare a dire: “giuro non lo faccio più!”
Tu da un’ora stai con me
e già mi dici che mi porterai da te
dai avrai bevuto un po’
so che non potrei rispondere di no
ma sai stasera non lo so
stasera non si può
ci penso ancora un po’
e poi è chiaro che lo vuoi
che ci riproverai
Passa da me che son da sola questa sera
non pensare di non combinare niente
passa da me che son da sola questa sera
non ci sono scuse ne hai già dette tante
io pensavo a una storia fantastica
io non voglio una notte di plastica
che sicuramente finirà
Io non posso più cambiare idea, non voglio più scappare via
svegliarmi nella notte per tornare a casa mia
guardare su nel cielo se c’è ancora un po’ di blu
e continuare a dire: “giuro non lo faccio più!”

– L7h –

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: